EICMA 2014: ripresa vera o effetto “80 euro”

di Gianluca Zanelotto

I dati parlano chiaro, a fronte di calo importante degli espositori (1053 nel 2014 contro i 1.408 del 2013) i visitatori sono cresciuti del 14,7%, siamo di fronte ad una vera ripresa del mercato moto o a quello che potremmo definire un generico interesse dettato più dalle varie manovrine di governo che dalla ripresa economica?

Bella domanda, vediamo i fatti, i numeri e qualche sensazione del tutto personale.

E’ stato un EICMA con numerosi incontri istituzionali, durante i quali sono stati affrontati diversi argomenti, tesi a incentivare l’uso delle due ruote per favorire mobilità e ambiente.

 e la grande affluenza di pubblico sono stati la testimonianza che il settore delle due ruote è di importanza strategica per il nostro Paese.

“Entro l’anno presenteremo un progetto rivoluzionario sulle assicurazioni e siamo certi di avere il sostegno del governo per porre un limite ad una situazione fuori controllo” – ha dichiarato Antonello Montante, Presidente di EICMA S.p.A. - “Il settore ha mostrato il meglio sotto il profilo del prodotto, della componentistica, degli accessori confermando il profondo impegno in ricerca e sviluppo per un’industria all’avanguardia. Il pubblico, con un incremento del 14,7% rispetto all’edizione del 2013 (che aveva già registrato un +8%) e a differenza del trend generalizzato che vuole un calo sostanzioso nelle altre fiere, ha risposto con grande passione e interesse a quello che oggi è il salone della concretezza e dell’eccellenza, oltre che l’evento più importante del mondo. La migliore dimostrazione per celebrare il centenario”.   

Quindi, lato organizzazione tutto a gonfie vele, e pure il calo degli espositori è stato quantitativo più che qualitativo: dall’analisi di EICMA è risultata una forte assenza degli asiatici, evidentemente più interessati al mercato tedesco, e corsi in massa a Intermot.

Assenza che, vista la qualità media dei prodotti esposti, non ha certo lasciato i visitatori con l’amaro in bocca…

Ma quello che mi ha più colpito sono stati due fenomeni, il primo è stato quello del ritorno di varie marche illustri ma decadute, vedi SWM e, speriamo, Matchless, il secondo l’entusiasmo dei visitatori, l’allegria e la sana voglia di moto di tante persone, giovani e meno giovani, ragazze e donne, tutte e tutti uniti dalla passione per la moto.

E parliamo di tanta roba, oltre 628.600 visitatori, che hanno varcato l’ingresso di Fiera Milano, 6 padiglioni e l’area esterna, distribuiti su una superficie di 280.000 metri quadrati, con espositori, provenienti da 34 Paesi, 14 gare internazionali, 600 tra piloti e “artisti” delle due ruote.

Forse non siamo di fronte ad un fenomeno occasionale, forse le cose stanno realmente ripartendo per l’Universo Moto?? Diamoci appuntamento al prossimo novembre, il 2015 potrebbe essere l’anno della svolta, live or died…

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Bridgestone: 4 nuovi pneumatici strada, pista e offroad

Bridgestone: 4 nuovi pneumatici strada, pista e offroad
in Altre notizie

Kappa: le novità presentate a Eicma

Kappa: le novità presentate a Eicma
in Altre notizie

Magni: in arrivo la

Magni: in arrivo la "Filo Rosso"
in Moto e mercato

Harley-Davidson Forty-Eight: prova su strada

Harley-Davidson Forty-Eight: prova su strada
in Prove moto