COPPA ITALIA ALL'EPILOGO: GRAN FINALE SUL CIRCUITO DEL MUGELLO

di Anita Tirelli Foto Juri Sperolini

COPPA ITALIA ALL''EPILOGO: GRAN FINALE SUL CIRCUITO DEL MUGELLO


Al via l'ultimo round della Coppa Italia di Velocità, all'Autodromo internazionale del Mugello, un week end intenso, l'ultima possibilità per molti per mirare alla testa del campionato nelle diverse categorie.

Una domenica mattina dedicata al Trofeo Italiano Amatori, partendo dall'avanzato classe 600, con un agguerrito terzetto composto da Mirko Temporin (Yamaha), Antonio Pio Gravina (Honda) e Benedetto Noberasco (Ducati), che combatte in solitaria lasciandosi alle spalle un gruppetto condotto da  Cristian Casarotti (Yamaha) che si gioca invece la quarta posizione in gara. 
Verso metà gara l'imprevedibile, Mirko Temporin cade al Correntaio e lascia spazio a Noberasco ed alla wild car Gravina di proseguire la comando della gara.

I due vengono raggiunti da Cristian Casarotti e Giovanni Riu (Yamaha) ma al penultimo giro Casarotti scivola regalando la terza posizione a Riu. La classifica di gara vede Benedetto Noberasco in prima posizione, Antonio Pio Gravina al secondo posto mentre in terza posizione Giovanni Riu. Il campionato viene vinto da Benedetto Noberasco con 950 punti, secondo classificato Nicola Quinto con 870 punti, mentre il terzo classificato è Giovanni Riu con 720 punti. 

Successo per Fabrizio Orlando (BMW) nella classe 1000 avanzata, che vince l'ultima gara della stagione. Fabrizio Fiorucci (Ducati) e Fabrizio Orlando conducono sin da subito la testa della gara allungando visibilmente sul gruppetto retrostante comandato da Denis Pilisi (Kawasaki), che lotta per la terza posizione. Pilisi recupera sui due davanti e cerca di insidiarsi lottando a denti stretti con loro trasformando gli ultimi giri in uno show da cardiopalma, ma dovrà accontentarsi della terza posizione in gara, mentre davanti a lui Fabrizio Fiorucci in seconda posizione. Dopo la bandiera a scacchi la gara si conclude con il primo posto di Fabrizio Orlando, la seconda posizione per Fabrizio Fiorucci e la terza posizione, dunque, per Denis Pilisi. Il campionato si chiude con la vittoria di Fabrizio Fiorucci con 940 punti, Fabrizio Orlando in seconda posizione con 860 punti e al terzo posto Denis Pilisi con 820 punti.
Alessio Terziani (Yamaha) conferma il suo dominio nella classe 600 base, partito dalla pole position conduce la gara in solitaria, amministrando e mettendo al sicuro il campionato. Dietro di se Alessio Gallucci (Yamaha) e Pietro Lausdei (Honda) in un adrenalinico testa a testa per buona parte della gara, ma l'ordine di arrivo vedrà Lausdei al secondo posto e Gallucci in terza posizione. Alessio Terziani, dunque, vince il campionato con 1080 punti, Alessio Gallucci in seconda posizione con 970 punti e Pietro Lausdei 810 punti. 
La mattinata va terminando con la classe 1000 base, con una performance da maestro per Elia Sebenico (BMW) che trionfa vincendo gara e campionato. Gabriele Polidori (Honda) ha tentato e combattuto fino al fotofinish con Sebenico ma dovrà “accontentarsi” del secondo posto, mentre ottima la terza posizione per Marco Saibene (BMW) in considerazione del difficile weekend tra una caduta e problemi tecnici. La vittoria di campionato va ad Elia Sebenico con 990 punti, Gabriele Polidori in seconda posizione con 810 punti e Marco Saibene  in terza posizione con 610 punti. Il pomeriggio incalza con il Bridgestone Champions Challenge, dapprima con la classe 600, che vede una lotta elettrizzante per il gruppetto di testa composto tra Nicolo' Lagiongada (Honda), Luca Volpato (Yamaha), Cesare Mario Sansavini (Yamaha), Mauro Carzaniga (Honda) e Stevis Bressan (Yamaha) per buona parte di gara, fatta eccezione per Mauro Carzaniga che condurrà poi in quarta posizione, evitando inutili rischi e tenendosi ben stretto in tasca la vittoria per il campionato. Carzaniga vince con 520 punti, alle sue spalle Luca Volpato con 466 punti e Nicolo' Lagiongada in terza posizione con 391 punti.
 La classe 1000 è caratterizzata dalla bagarre tra Flavio Gentile (Ducati) e la wild car Nicola Junior Morrentino. Ben presto vengono raggiunti ed insidiati da Andrea Poggi (BMW) che completerà il trio in lotta per il podio fino al fotofinish, lasciando dietro di se una vera battaglia per il quarto
posto. La classifica di gara vede vincitore Flavio Gentile, secondo gradino del podio per Morrentino N.J. e terzo posto per Andrea Poggi. Flavio Gentile chiude anche la classifica di campionato trionfando con 625 punti, dietro di se in seconda posizione Andrea Poggi con 425 punti e  Danilo Tommassoni in terza posizione con 366 punti. 
Il Trofeo RR Cup classe 600 vede il colpo di scena con l'uscita di Andy Rossi (Yamaha), il quale riesce a rientrare ed a limitare i danni cercando di recuperare posizioni. Nicola Andolfatto dal canto suo prosegue la sua corsa nel gruppetto di testa combattendo con Samuele Cini (Yamaha) e Massimo Noè Attardi (Yamaha). Rossi concluderà 12mo, Andolfatto andrà a vincere sul primo gradino del podio, in seconda posizione M.N. Attardi e terzo Samuele Cini. Il campionato si chiude con la vittoria di Nicolo' Andolfatto, a pari merito di punteggio con Andy Rossi, ma verrà calcolato un maggior numero di vittorie per Andolfatto. Terza posizione per Andrea Zappa (Honda), a pari merito con il quarto Fabio Mottola (Yamaha), ma anche Zappa guadagna la terza piazza per un maggior numero di vittorie. 
La classe 1000 parte con l'entusiasmante disputa tra Marco Ferroni (Kawasaki), Cristian Serri (BMW) e Paolo Mauri (Ducati) che caratterizzerà la gara fino alla bandiera a scacchi. All'ultimo giro verranno raggiunti dalla wild car  Alessandro Simoneschi (BMW) che ravviverà il gruppo ma non riuscirà a guadagnare piazzamenti a podio, concludendo in quarta posizione. Il podio vede al primo posto Marco Ferroni, al secondo posto Paolo Mauri e al terzo posto Cristian Serri. Emanuel Vallazza vince il campionato con 810 punti, una gara per lui ben amministrata in 7a posizione, una gara eroica viste le condizioni di salute dopo la caduta nella gara di Imola. La seconda posizione va a Marco Ferroni con 740 punti mentre la terza posizione va a Paolo Mauri con 700 punti. Cala il sipario sull'ultima giornata di campionato con la Michelin Power Cup classe 600 e 1000. 
La 600 viene vinta da Alessio Toffanin (Yamaha) che dopo aver battagliato con Alessandro Daina (Yamaha) per alcuni giri decide di amministrare la gara cercando il più possibile di evitare rischi inutili per la classifica di campionato, concluderà in ottava posizione ma sarà sufficiente per aggiudicarsi la vittoria del campionato. Il podio vede Alessandro Daina al primo posto, al secondo posto troviamo Simone Sbrana (Honda) e al terzo posto Emanuele Zambelli (Yamaha). Il campionato si chiude quindi con la vittoria di Toffanin con 345 punti, Antonio Nespoli in seconda posizione con 303 punti e Marco Martini in terza posizione con 255 punti. 
Podio tutto BMW per la classe 1000, che vede in prima posizione Ferdinando Di Maso, in seconda posizione  Ermes Bettini e in terza posizione Giovanni Faccioli. Mentre la classifica di campionato vede la prima vittoria per Bettini con 355 punti, alle sue spalle Marco Para con 256 punti e la terza posizione per Edoardo Finotti con 240 punti. 
Un campionato di vere emozioni, gente vera che si è misurata a tutti i livelli, con grande sportività e rispetto nei confronti degli avversari in pista, ma una stretta di mano nei paddock. Una stagione che ci ha unito tutti, nel ricordo di un giovanissimo Emanuele Cassani che rimarrà un ricordo costante negli anni avvenire. 

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Motoestate Varano 2014, Chiusura di stagione: al via anche Kiara Fontanesi

Motoestate Varano 2014, Chiusura di stagione: al via anche Kiara Fontanesi
in Campionati e trofei nazionali

Suzuki: promozioni per tutti i gusti

Suzuki: promozioni per tutti i gusti
in Moto e mercato

Hp Corse: Evoxtreme

Hp Corse: Evoxtreme
in Accessori moto

Momodesing: Minimomo S si rifà il look

Momodesing: Minimomo S si rifà il look
in Accessori moto