3░ Round Coppa Italia Velocità 2013, Misano: tante belle gare

di Juri Sperolini e Anita Tirelli

3░ Round Coppa Italia Velocità 2013, Misano: tante belle gare


Si è concluso un weekend intenso a Misano Adriatico... vacanze, mare, sole, la tanto attesa Notte Rosa hanno fatto da cornice perfetta al 3° round della Coppa Italia, svoltosi all'autodromo dedicato a Marco Simoncelli.
 
ITALIANO AMATORI
La domenica parte con il trofeo italiano amatori, con la 1000 base, che vede il trio Finotti - Fiorucci – Pilisi andarsene via in solitaria fin dai primissimi giri.

Pilisi fa di tutto per riuscire a guadagnarsi il primo posto. La caduta di Fabrizio Fiorucci (Ducati) rende la vita piu semplice a Denis Pilisi (Honda – 1.44.467) che passa avanti e vince, seguito da Edoardo Finotti (Ducati – 1.45.303) e Umberto Paolo Moretti ( BMW - 1.47.585) al terzo posto.

 

 
Bella la gara della categoria 600 avanzata del trofeo amatori, che già dal secondo giro ci regala uno spettacolo a suon di continui sorpassi. Lotta dura tra Benedetto Noberasco (Ducati) e Giovanni Riu (Yamaha), con un importante recupero di Riu (partito undicesimo) fino alla sesta posizione preceduto da Noberasco in quinta posizione. Il podio vede al primo posto Alessandro Moncigoli (Yamaha – 1.44.817), al secondo posto Giuseppe Vernetti (Kawasaki – 1.45.451) e Gianluca Agostini (Honda – 1.45.329) al terzo posto.
 
ITALIANO SP
La giornata prosegue con il campionato italiano SP che vede Fausto Mincione (Kawasaki) in gran forma e che decide di far gara per conto suo guadagnando distacco fin dai primi giri, lasciandosi dietro un bel gruppo agguerrito che se le da di santa ragione! Il podio va alle Kawasaki di Fausto Mincione (1.55.796), il secondo gradino per Luca Mancarella (1.56.298) e il terzo per Yari Montella
(1.55.532). Segnaliamo la giovanissima Cecilia Masoni (Aprilia – 2.00.520), partita 21ma è riuscita a recuperare solo fino alla 18ma posizione.
 

 
MICHELIN CUP
E' la volta del Michelin Cup 600 e 1000. La 1000 se ne va via tranquilla, i piloti acquistano distacco tra di loro e fin dai primi giri si delinea quella che poi sarà la classifica finale, che vede vincitore Luca Bono (Bmw – 1.42.423), al secondo posto Gianluca Fioresi (Honda – 1.43.798) e al terzo posto Peter Ennemoser (Ducati – 1.43.904).

Piu combattuta la 600, che vede Giovanni Altomonte (Honda) guadagnarsi il best lap già dal secondo giro (1.43.878). Bandiera rossa e la gara termina con un totale di sei giri. Vince Giovanni Altomonte, seguito da Lorenzo Favi (Yamaha – 1.44.872) al secondo posto e da Matteo Antoni (Yamaha – 1.44.606).
 

 
PRE GP
Gara da gran spettacolo per il campionato italiano PRE GP! Competizione pura e sorpassi fino al traguardo! Il primo gradino del podio va a Matteo Romeo (Honda – 1.52.288), il secondo a Fabio Spiranelli (Honda – 1.52.260) mentre il terzo posto a Nicolo' Bulega (RMU – 1.52.384). Per quanto riguarda il team “Sic 58 Squadra Corse”, Mattia Casadei (Honda) conferma la posizione di partenza arrivando quinto (1.51.400) mentre Kevin Sabatucci (Honda – 1.52.746) parte 16mo, recupera qualche posizione e termina la gara con l'11mo posto.
 

 
TROFEO BRIDGESTONE
E' il turno del Trofeo Bridgestone, 1000 e 600. Per la categoria 1000, caduta del numero 25 Roberto Marcolongo al primo giro, che si è trovato nel bel mezzo della pista ma è riuscito a scappare verso l'uscita, per fortuna senza conseguenze. Già dal secondo giro Denni Schiavoni (Kawasaki – 1.41.220) passa primo registrando da subito il giro veloce. Il podio va a Denni Schiavoni, seguito dall'Aprilia di Raffaele Vargas (1.42.013) e dalla Kawasaki di Emanuel Vallazza (1.41.810).

Per la categoria 600, Luca Volpato e Mauro Carzaniga fanno gara a se, distaccando sin dai primi giri tutto il resto del gruppo e regalandoci una bellissima gara. Al 3° giro Carzaniga sorpassa Volpato registrando il giro veloce, dopo una lotta tra i due Volpato riesce a sorpassarlo e va a vincere allungando visibilmente su Carzaniga. Questo il podio della categoria 600: Luca Volpato (Yamaha – 1.44.563) al primo posto, Mauro Carzaniga (Honda – 1.44.850) al secondo posto e Alessio Toffanin (Yamaha – 1.46.068).
 


Passiamo al Grand Prix Wilmer Marsigli, organizzato dai moto club Grand Prix e 250 GP con il moto club Spoleto, in memoria del pilota bolognese della 250 GP scomparso prematuramente nel 1991. Apripista Doriano Romboni, protagonista tra il 1989 e il 2004 di diversi campionati tra cui le classi 125, 250, 500 e Superbike. Nel 2012 diventa direttore sportivo del team Puccetti Racing Kawasaki. Podio Aprilia che vede vincitore Giacomo Lucchetti (1.44.740), al secondo posto Patrizio Binucci (1.45.923) e Jarno Ronzoni (1.46.117) al terzo posto.
 
La categoria 1000 avanzata del trofeo italiano amatori, vede Luigi Scalzone condurre con la sua Bmw buona parte della gara, registrando il miglior tempo (1.44.021), ma scivola alla Rio regalando la prima posizione a Fabrizio Guercini. Bandiera Rossa e la gara viene sospesa con un totale di 9 giri. Il gruppetto dei primi quattro se la gioca fino alla fine e la classifica finale vede al primo posto
Fabrizio Guercini (Bmw – 1.44.372), al secondo posto Marco Fumarola (Ducati – 1.44.241) e al terzo posto Patrik Piovesana (Honda – 1.44.512). Tra i piloti rimasti nelle retrovie, ma non meno importanti, segnaliamo Roberto Armogida (Kawasaki – 1.47.402) che riesce a mantenere la posizione di partenza concludendo quindi 18mo e arrivando però quinto nella over 40 e Graziano La Quale (Kawasaki – 1.47.082) partito 20mo riesce a recuperare fino alla 17ma posizione nella classifica di gara e 7mo nella over 30.
 
Nella categoria Pro K Cup 1000, segnaliamo il primo posto di Leoni Fabrizio (Bmw – 1.44.793) primo anche nella Over 30, mentre nella Pro K Cup 600 il primo posto va a Paride Sereni (Yamaha – 1.44.925).


 
Via via che le gare finiscono, l'autodromo si svuota, portandosi dietro un fine settimana di sport, tanto sole e divertimento scatenato grazie anche alla presenza della Notte Rosa.
Il colore rosa è stato anche il colore della solidarietà, il colore delle magliette realizzate dall'associazione “Lady Polita”, acquistabili con un'offerta libera (minimo € 10 euro) allo stand Bridgestone, nella speranza che tutto il nostro affetto possa assicurare un futuro migliore ad Alessia Polita e incoraggiarla ad andare avanti in questa dura prova che la vita le ha riservato.

Cala il sipario su questo weekend, carico di emozioni, di sana competizione e soprattutto di amicizia e di grande valore umano. Ben lontani dal clamore e dagli “intrighi” economici, sono gare vere, con l'unico punto vero in comune tra tutti: il divertimento. Questi piloti hanno i fans migliori, una stretta elite da loro stessi selezionata....i propri cari, gli amici piu' stretti, con cui non ci si trova in hospitality super organizzate, ma una semplice grigliata all'aperto in compagnia e tirar tardi.

Il lunedi tutti tornano al proprio lavoro, alla propria routine, ma certi del fatto che per i propri figli... sono i campioni migliori del mondo!


comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

6 domande a Roby Rolfo

6 domande a Roby Rolfo
in Altre notizie

Il futuro secondo Yamaha ha tre ruote, ed è divertente!

Il futuro secondo Yamaha ha tre ruote, ed è divertente!
in Moto e mercato

Diversamente Abili: a Misano vincono Malagoli e Mele

Diversamente Abili: a Misano vincono Malagoli e Mele
in Campionati e trofei nazionali