2° round Coppa Italia Velocità, Imola: la pioggia non ferma i protagonisti

di Juri Sperolini

2° round Coppa Italia Velocità, Imola: la pioggia non ferma i protagonisti


Weekend caldissimo, non solo per le temperature, all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola, dove oltre alla Coppa Italia (Pre Gp e SP), Trofeo Michelin e Granprix Paolo Pierlorenzi, si sono disputati i trofei Bridgestone Champions Challenge e Italiano Amatori.



Per il Trofeo Bridgestone i piloti hanno dovuto studiare la loro gara e correre con temperature decisamente alte. 
 
Nella 1000, il pilota con il numero 88, Andrea Poggi, è scivolato in variante bassa al sesto giro ma ha ripreso prontamente la sua corsa, ricadendo nuovamente nel giro successivo nel medesimo punto. 
Nessun danno per Poggi, ma la gara è stata sospesa con un totale di 6 giri disputati.

Podio tutto Kawasaki,  con Denni Schiavoni al primo posto (11’32.788), Emanuel Vallazza (11’40.029) al secondo posto e Raffaele Rubino (11’46.926) al terzo posto.

 


Per la categoria 600, vince Luca Volpato con la sua Yamaha (19’53.141), alle sue spalle Mauro Carzaniga (Honda – 19’53.907), partito non benissimo ma recupera in breve arrivando poi sul secondo gradino del podio. Questo il suo commento: “sono partito male, dal terzo posto sono finito sesto. Ho recuperato bene dal quarto giro e sono riuscito ad arrivare secondo. Da lì ho studiato la tattica per riuscire a vincere ma un doppiato ha rallentato la mia corsa. Con i tempi che ho stavo facendo potevo vincere, invece sono arrivato solo secondo”.
Il terzo posto invece va a Emanuele Cassani (Yamaha – 20’02.028).
 


Nel pomeriggio arriva la pioggia e il Trofeo Italiano Amatori si ritrova a correre su una pista inizialmente bagnata, che va via via asciugando, ma sempre con l’incognita di un nuovo acquazzone. Diversi i piloti che non sono riusciti a terminare le gare.
La Pro K Cup 600, termina con 20 piloti attivi su 38 iscritti e il podio va a Federico Napoli (Kawasaki – 22’45.799) con il primo posto, Giuseppe Cannizzaro (Yamaha – 22’53.863) con il secondo posto e Jacopo Shiro’ (Yamaha – 22’57.935).
Michele Cima (Yamaha) con il numero 67, è stato squalificato causa irregolarità tecniche.
 
Per la Pro K Cup 1000, il primo posto va a Yuri Vacondio (Honda – 22’44.757), primo anche nella categoria Over 40. Il secondo posto va a Marco Sorgato (BMW – 22’46.469), primo anche nella categoria Over 30.
 
Per la  1000 Base, il primo posto va a Fabrizio Fiorucci (Ducati – 21’24.885) mentre nella 600 Avanzato il vincitore è Benedetto Noberasco (Ducati – 12’10.662). Sia Fiorucci che Noberasco primeggiano anche nella categoria Over 40.
 


La giornata è stata aperta con un minuto di silenzio in ricordo del capitano Giuseppe La Rosa, bersagliere deceduto sabato scorso in Afghanistan. In segno di rispetto, per il sacrificio di un 31enne che ha salvato i suoi compagni facendo scudo con il proprio corpo, motori spenti e massimo silenzio. Un gesto di grande umanità, al di là di ogni possibile competizione sportiva e non.


comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

SBK Portimao, report Team Pedercini

SBK Portimao, report Team Pedercini
in Superbike

Doppio Thomas Chareyre nella tappa internazionale di Battipaglia

Doppio Thomas Chareyre nella tappa internazionale di Battipaglia
in Offroad - Supermotard

Week end di coppe a Imola per il Team Rosso e Nero

Week end di coppe a Imola per il Team Rosso e Nero
in Campionati e trofei nazionali