CIV Monza, sabato: le griglie di partenza

di Redazione MotoCorse.com

CIV Monza, sabato: le griglie di partenza


Splende un sole ormai quasi estivo su Monza, durante il sabato delle qualifiche per il CIV. La speranza è che anche domani il tempo tenga per offrire agli addetti ai lavori ed al pubblico una bella giornata di gare. Intanto sono state definite le griglie di partenza nelle varie categorie.

 
STK 1000 - BARRIER
E’ stato il francese Sylvain Barrier (BMW) a centrare la pole position della Stock 1000. Presente a Monza come wild-card, al transalpino è bastato il crono di ieri per conquistare la partenza al palo. Il suo tempo, 1’45”754 (replicato oggi con il crono fotocopia di 1’45”771), è stato migliore di quasi quattro decimi rispetto a quello fatto segnare dal compagno di squadra ravennate, Lorenzo Baroni (BMW), anche lui presente come ospite a questo appuntamento tricolore.

Dietro di loro, nell’ordine, l’umbro Alessio Velini (BMW – 2R Antonellini by Bargy), il parmense Alessio Corradi (Aprilia – Nuova M2) e l’altra wild card svedese, Christoffer Bergman (Kawasaki). Settimo il capoclassifica Goi.

 
STK 600 RUSSO
Anche a Riccardo Russo è bastato il tempo di ieri per stabilire la pole position della Stock 600. Il campano del Team Italia FMI (Yamaha) ha fermato il crono sull’1’50”560, dimostrando di meritarsi in pieno la tabella leader. A soli otto centesimi da lui il compagno di squadra, il romagnolo Luca Vitali che ha preceduto un Luca Oppedisano in gran forma: il genovese, vincitore della Coppa Italia 4T nel 2011, sembra avere sempre più feeling con la nuova classe e con la Kawasaki del Team Puccetti ed è stato bravo a risalire fino alla top three di giornata. Chiudono tra i primi cinque anche Casalotti (Yamaha – Team Riviera) e Sabatino (Yamaha – Prorace).
  
SBK LAI
Un binomio lombardo ha invece caratterizzato le prove della Superbike. Sono stati il milanese Fabrizio Lai e il bresciano Luca Conforti a recitare il ruolo da protagonisti nella classe regina. Il primo è stato bravo a migliorare di quasi due secondi il suo limite di ieri, portando in pole la Ducati del Team Althea Racing by Echo con 1’43”680. “Sono contento per questo ottimo crono, centrato sul circuito di casa e davanti al mio pubblico – ha detto Lai – che gara sarà? Vedo tre Ducati davanti, sia con pista bagnata che con l’asciutto”. Alle sue spalle, a tre decimi di secondo si è piazzato il portacolori Ducati del Team Barni bravo a risalire posizioni e a chiudere davanti al compagno di squadra e campione in carica, Matteo Baiocco. Il marchigiano, a sua volta, ha fatto meglio del corregionale Ivan Clementi (BMW – Asia Competition) e del suo diretto rivale in classifica, Gianluca Nannelli (Ducati – Grandi Corse).
 
MOTO3 CALIA
E’ stato Kevin Calia, invece, a far segnare il miglior crono della Moto3. L’imolese, da sempre a suo agio sul circuito lombardo, ha portato al top la Honda del Team Elle2 Ciatti con 2’01”309 stabilito ieri. Alle sue spalle, con oltre due secondi di distacco, il vincitore della gara del Mugello, Matteo Ferrari (Honda San Carlo Junior) e Agostino Santoro, portacolori Honda del Team Imperiali Racing. Chiudono la top five, Rinaldi (Oral M3 – Gabrielli Team Italia) e Valtulini (Honda – Imperiali Racing).
 
125 MANTOVANI
Nella 125 Gp, il più veloce nei due turni è stato il ferrarese Andrea Mantovani (Aprilia), bravo a fermare oggi il crono sul 2’01”687. Il pilota di Migliarino, tra le giovani promesse del CIV, ha abbassato di quasi due secondi il suo limite di ieri mettendosi alle spalle, nell’ordine, il capoclassifica Riccardo Moretti (sull’indiana Mahindra), l’Aprilia O.R. by 2B Corse Zack M. guidata dal giovane romagnolo Lorenzo Dalla Porta e l’altra Aprilia del capitolino Simone Mazzola, portacolori GT Racing Publisport. Carpi e Calgaro hanno chiuso quarto e quinto su Aprilia.
 
SS CRUCIANI
Stefano Cruciani, alfiere Kawasaki Puccetti Racing, ha stabilito la pole della Supersport grazie al tempo di 1’49”348: il marchigiano ha sfruttato al meglio l’ottimo lavoro di messa a punto fatto in questi due giorni, precedendo così di quattro decimi il campano Dino Lombardi (Yamaha – Team Pata by Martini), finalmente competitivo nel tricolore e bravo a far meglio del campione in carica, il laziale Ilario Dionisi (Honda – Scuderia Improve). I cronologici dicono che potrebbero inserirsi nella battaglia per il podio anche Mirko Giansanti (Kawasaki) e Lorenzo Segoni (Suzuki), rispettivamente in quarta e quinta piazza a pochi decimi dalla leadership.
 
MOTO2 ANDREOZZI
Particolarmente competitive, sul veloce tracciato lombardo, sono state anche le Moto2: il campione in carica Alessandro Andreozzi (Andreozzi R.C.) ha chiuso le prove al terzo posto assoluto Moto2-Supersport e primo della sua classe con 1’49”810. Dietro di lui, a tre decimi, il danese Robbin Harms (Bimota – Edo Racing) e Ferruccio Lamborghini (Quarantaquattro Racing), che domani proveranno a contendergli la vittoria di tappa.




comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Jerez, Moto2 QP: Marquez pigliatutto

Jerez, Moto2 QP: Marquez pigliatutto
in Motomondiale

MotoGP, Jerez QP: Lorenzo e Pedrosa, che duello!

MotoGP, Jerez QP: Lorenzo e Pedrosa, che duello!
in Motomondiale

Jerez Moto3, QP: la lotteria del bagnato

Jerez Moto3, QP: la lotteria del bagnato
in Motomondiale

Motogiro della Lombardia: domenica 17 giugno con Wheelup

Motogiro della Lombardia: domenica 17 giugno con Wheelup
in Turismo - Motoraduni