Yamaha R6 Cup: Emili sotto il diluvio

di Redazione MotoCorse.com

Yamaha R6 Cup: Emili sotto il diluvio

Una Yamaha R6 Cup fortemente condizionata dal meteo quella che si é svolta stamattina sul circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola, in occasione del 2° round 2012. La gara delle seicento quattro cilindri di Iwata si è corsa infatti per tutta la sua durata sotto l’acqua battente e ha visto trionfare Mitja Emili, pilota triestino di 36 anni, che ha sfruttato tutta la sua lunga esperienza tra i cordoli per battere la concorrenza degli avversari. In seconda piazza si è classificato il parmense Andrea Manici, che solo nelle battute finali ha avuto la meglio sul giovanissimo pilota di Aprilia Manuel D’Andrea, protagonista del weekend pasquale con la pole del sabato.

La pioggia scrosciante e una sfortunata caduta iniziale non hanno impedito la grande rimonta del leader di classifica Leonardo Biliotti, 4° al traguardo davanti ad uno stoico Simone Pellegrini, il giovanissimo vincitore della R125 Cup 2011, che ha corso buona parte della gara in 5a per l’allentamento della leva del cambio. L’appuntamento con il 3° round stagionale R6 Cup è a Monza il 29 aprile prossimo.


COM'E' ANDATA LA GARA
La prova viene ridotta prima a 8 e successivamente a 7 giri a causa della pioggia torrenziale che fin dalla mattina si abbatte sul circuito di Imola condizionando nettamente le prestazioni dei protagonisti. Dopo ben 3 giri di ricognizione, dove già si verificano le prime cadute, si spengono i semafori e parte la gara, molto impegnativa per tutti i piloti a causa dell’asfalto molto scivoloso.

A farne le spese per primo è Biliotti che perde il posteriore alla variante alta durante il primo giro ed è costretto a ripartire in fondo al gruppo. All’inizio del secondo passaggio alcuni piloti con in testa il poleman D'Andrea seguito da Alzate, Pellegrini, Emili e Manici, prendono il primo importante vantaggio sugli inseguitori. Alzate, in grande spolvero, va al comando per poche curve prima però di uscire di scena anche lui alla variante alta, vera e propria protagonista del secondo round. La stessa sorte del pilota colombiano capita infatti a De Gruttola, Crucitti, Scienza e Jaworska obbligati a terminare prematuramente la loro prova.

Al 4° giro Emili, dopo aver superato Pellegrini, ha la meglio anche nei confronti di D’Andrea e guadagna la testa del gruppo. Grazie ad una guida d’esperienza e senza sbavature il triestino allunga giro dopo giro sul pilota laziale seguito da Manici e Pellegrini che con lui si contendono le posizioni rimanenti del podio. Pellegrini in particolare è protagonista di una gara incredibile: il fresco vincitore della R125 Cup 2011, solo 16enne, perde la leva del cambio ai primi passaggi ed è costretto a girare per buona parte in 5° marcia riuscendo a cambiare (con la mano sinistra!) solamente nei pochi tratti diritti del circuito. Manici, anche lui tra i più esperti, va in bagarre con D’Andrea superandolo al 5° giro. Dalle retrovie Biliotti, dopo la caduta iniziale, è protagonista di un grande recupero che lo porta a suon di giri veloci a ridosso del gruppo di testa, a pochi centesimi da Pellegrini.

Le condizioni del tracciato peggiorano ancora, ma ormai manca poco alla fine della gara. Emili non fa errori e riesce a tenere saldamente il comando fino al termine, tagliando la linea del traguardo con un vantaggio di quasi 9” su Manici che a sua volta precede l’ottimo D’Andrea, al primo podio R6 Cup della carriera. Ai piedi del podio terminano Biliotti che con un 4° piazzamento riesce a mantenere il primo posto in classifica generale e Pellegrini 5°. Da segnalare il finesettimana di Tommaso Pinna, pilota e meccanico di se stesso, veterano del trofeo, ma al debutto sul circuito Imolese, che anche grazie ai proficui consigli ricevuti dagli istruttori della Scuola Federale Corsetti è riuscito ad abbassare progressivamente i propri tempi durante le varie sessioni di prova fino a terminare la gara in 6a posizione.

Della serie buon sangue non mente… il giovane e inesperto David Leonov, fratello minore del più famoso Vladimir, è stato autore di una notevole gara terminata all’undicesimo posto, confermando una certa attitudine di famiglia per l’asfalto bagnato.

IL VINCITORE
“Sono felicissimo per la vittoria, la mia prima sul circuito imolese" racconta Emili. "Se sono in forma so di poter fare molto bene sul bagnato e sono contento abbia piovuto. Sono partito un po’ in sordina, ma col passare dei giri ho migliorato il mio ritmo. Ho visto diversi avversari cadere davanti a me e a quel punto ho capito davvero che potevo vincere. Superato D’Andrea non ho avuto problemi e ho tagliato il traguardo in scioltezza”.

RISULTATI IMOLA (Giri 7, 34,552 km):
1. EMILI in 18'41.661; 2 MANICI a 8.933; 3 D'ANDREA a 12.623; 4 BILIOTTI a 15.244; 5 PELLEGRINI a 22.957.

CLASSIFICA DOPO 2 ROUND
1 BILIOTTI 40 p.ti; 2 MANICI 33; 3 EMILI 32; 4 VIGLIENO 28; 5 ROMANO 26.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI
29 Aprile 2012 3° round Monza
24 Giugno 2012 4° round Mugello
29 Luglio 2012 5° round Misano
14 Ottobre 2012 6° round Vallelunga


comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

CIV: Panigale alla prima vittoria!

CIV: Panigale alla prima vittoria!
in Campionati e trofei nazionali

Qatar: il borsino del GP

Qatar: il borsino del GP
in Motomondiale

LA PAGELLETTA DELLA PASQUETTA

LA PAGELLETTA DELLA PASQUETTA
in Il blog di desmoskull

Pasqua:La funzione e' rimandata a data da destinarsi

Pasqua:La funzione e' rimandata a data da destinarsi
in Per sorridere un po'