CIV Monza: Badovini vince nella Stock 1000 e Massei nella Stock 600

CIV Monza: Badovini vince nella Stock 1000 e Massei nella Stock 600

STK 1000. Ayrton Badovini (nomen omen: come affermavano i padri, il nome dice tutto) ha vinto con la Bmw iscritta dala filiale italiana tenendo un ritmo degno della Superbike. Il compagno di squadra Daniele Beretta finisce settimo. Difficile trovare punti di contatto tra le due prestazioni.

In gara Luca Verdini era partito forte, ma proprio quando pensava di aver fatto il vuoto dietro a se, ha dovuto invece subire il ritorno dei due piloti più in forma, ovvero la wild-card Badovini ed il capoclassifica Ivan Goi, che guida un’Aprilia.

Badovini a poche tornate dal temine ha alzato il ritmo, andando a trionfare con oltre tre secondi di vantaggio.

Avevo – dice il vincitore di giornata – un passo migliore rispetto ai miei avversari e dopo una partenza tranquilla, verso la fine, ho spinto forte facendo la differenza con questa vittoria guardiamo con fiducia alla tappa del Mondiale”.

Secondo, ma soddisfatto in prospettiva campionato, il mantovano Ivan Goi, che guadagna punti in classifica generale. Dietro ai protagonisti del podio hanno chiuso Domenico Colucci e Danilo Petrucci, quarto e quinto sul traguardo; mentre Michele Magnoni, Daniele Beretta, Danilo Dell’Omo, Lorenzo Alfonsi e Patrizio Valsecchi completano le prime dieci posizioni.

 

STK 600. Lorenzo Zanetti (Foto), che a Monza giocava in casa, è scattato dalla pole con la sua Yamaha, per una gara che ha però vissuto un forte condizionamento a causa dell’arrivo della pioggia.

L’asfalto dopo la prima metà di gara è divenuto molto scivoloso, a farne le spese sono stati, tra gli altri, alcuni dei protagonisti della tappa come Gregorini, Sancioni, Vargas e soprattutto lo stesso Zanetti, che fino a quel momento comandava il gruppo dei migliori.

Sono poi stati tre i piloti a battagliare per la vittoria, in questa seconda tappa stagionale. Ad avere la meglio sul traguardo è stato ancora una volta il romano Fabio Massei, con la Yamaha, bravo a sfruttare al meglio una pista che verso la fine è andata asciugandosi e ad impostare nel modo corretto la traiettoria della Parabolica, beffando i rivali Andrea Boscoscuro e Dino Lombardi, entrambi su Yamaha.

Sapevo – dice Fabio – che la pista si sarebbe asciugata e quindi sono rimasto tranquillo fino agli ultimi giri. Boscoscuro? E’ stato molto bravo a recuperare e faccio i complimenti a lui e a Lombardi, ma io alla staccata della Parabolica ho frenato prima per avere più corda e sono riuscito a far mia la gara”.

Se Lombardi può avere qualche rammarico per il terzo posto al termine di una gara condotta fino all’ultimo giro, Andrea Boscoscuro, può considerarsi invece soddisfatto della seconda piazza, ottenuta dopo essere stato protagonista di una splendida rimonta che premia il veneto. Il pilota di Schio non saliva sulla 600 dalla fine del 2009 e solo pochi giorni fa ha siglato un accordo col Team RCGM.

Fuori dal podio, per pochi decimi, è rimasto un positivo Marco Marcheluzzo con la Honda, mentre più indietro ha chiuso Roberto Farinelli (Yamaha, Team Gomme & Service). Dal sesto al decimo posto si piazzano, nell’ordine: Federico Biaggi, Daniele Moschini, Federico Monti, Nicolò Lagiongada e William Marconi. In campionato Massei rimane in testa alla classifica con 50 punti, seguito da Lombardi a 32 e da Farinelli a 21.

 



comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Piccole Pesti al Civ (e non solo)

Piccole Pesti al Civ (e non solo)
in Campionati e trofei nazionali

Il cross sardo, dopo la terza di campionato

Il cross sardo, dopo la terza di campionato
in Offroad

CIV Monza, 125 GP. Cadute a raffica: la spunta Tommaso Gabrielli

CIV Monza, 125 GP. Cadute a raffica: la spunta Tommaso Gabrielli
in Campionati e trofei nazionali

CIV Monza, gare: primi Alex Polita in SBK e Gianluca Vizziello in SS

CIV Monza, gare: primi Alex Polita in SBK e Gianluca Vizziello in SS
in Campionati e trofei nazionali