Grande successo per "Passione in moto nelle terre di Bologna", quasi raddoppiati gli iscritti

Grande successo per

Oltre 500 moto iscritte nei due giorni, quasi 600 i partecipanti. Sono i numeri che hanno decretato il successo di “Passione in moto nelle terre di Bologna” edizione 2013, numeri quasi raddoppiati rispetto al 2011. La manifestazione, svoltasi il 21 e 22 settembre e organizzata dalla STAI (Società Turismo Area Imolese) in collaborazione con Provincia di Bologna, Comune di Imola, Ducati e Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, ha confermato una volta di più la bontà delle formula, che coniuga la passione per la moto con il turismo, un mix ideato e realizzato per far conoscere l’Appennino bolognese, il suo territorio e le sue tradizioni gastronomiche, attraverso quattro diversi itinerari (di cui uno esclusivamente dedicato alle moto d’epoca), di varie lunghezze e difficoltà.

La base di partenza ed arrivo è stato l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, dal quale i partecipanti sono partiti alla scoperta delle strade più emozionanti dell’Appennino bolognese, dove, tra pieghe e panorami mozzafiato, hanno anche la possibilità di gustare le prelibatezze gastronomiche tipiche dell’area durante le soste previste lungo i percorsi.

Quattro i percorsi previsti, con particolare gradimento per gli itinerari Giallo e Arancione, che facevano capo alla Strada dei Vini Appennino Bolognese ed Appennino Slow, con soste ristoro che hanno ancora una volta deliziato gli appassionati a due ruote con la qualità e la prelibatezza di una gastronomia che hanno reso la Provincia di Bologna famosa in tutto il mondo.

Una due giorni di passione e divertimento, resa ancora più piacevole dalle buone condizioni meteo, che ha avuto il meritato successo grazie ad una precisa e professionale organizzazione, che si è avvalsa della preziosa e indispensabile collaborazione della Polizia Stradale di Bologna, delle motoguide dei Moto Club Laidi e Santerno, dei tester Ducati, e di uno staff per il ricevimento dei partecipanti sempre attento e disponibile.

Una segnalazione doverosa va fatta anche al Desmo Club Rovigo e al Ducati Doc Prato, che si sono guadagnati la palma di gruppi più numerosi.

Il divertimento si è concentrato negli itinerari turistici ma ha trovato l’immancabile completamento negli spazi dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. A cominciare dalla parata che ha concluso ogni singola giornata, con tutti i partecipanti che hanno potuto compiere, ad andatura moderata, un giro di uno dei più famosi ed spettacolari circuiti al mondo, grande eccellenza del territorio. Per poi proseguire nel Paddock 3, cuore di “Passione in moto nelle terre bolognesi”, con la musica di Radio Bruno, partner della manifestazione, e con la presenza del truck della Ducati, dove è stato possibile iscriversi a test drive per provare su strada i modelli della gamma, con un occhio particolare ad ammirare l’ultimo gioiello della Ducati, la Panigale 899. E per finire la grande festa di America Graffiti, con menù a prezzo speciale per i partecipanti, svoltasi il sabato sera.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

WSBK Laguna Seca 2013: il Mondiale ritorna negli USA

WSBK Laguna Seca 2013: il Mondiale ritorna negli USA
in Superbike