La Tecnica

Il carburatore di un motore a quattro tempi

Editor 21 gennaio 2002    Invia ad un amico


FUNZIONI DEL CARBURATORE

Le principali funzioni del carburatore sono:
1. Formare una miscela di aria e benzina opportunamente omogenea ed infiammabile
2. Fornire la corretta quantità  di miscela, al motore, nelle varie condizioni di funzionamento

1) Per formare una miscela aria-benzina infiammabile, è necessario nebulizzare il più finemente possibile la benzina (processo di atomizzazione) e miscelarne la corretta quantità  nell'aria.

L'atomizzazione si ottiene mescolando il carburante già  parzialmente vaporizzato (grazie al polverizzatore) con il flusso di aria che si dirige verso il cilindro. Grazie a questo percorso la miscelazione tra aria-benzina risulta opportunamente omogenea e più facilmente infiammabile.

Uno dei compiti del carburatore è quello di immettere la corretta quantità  di carburante in relazione alla quantità  di aria che si direziona verso il cilindro.
Il rapporto di miscela (più comunemente detto titolo o dosatura), definito come quantità  di aria, espressa in unità , associata alla quantità  di carburante, deve rientrare in valori limite che permettano una infiammabilità  efficace affinchè si incendi prontamente allo scoccare della scintilla.

Se prendiamo in esame una benzina commerciale i limiti, affinchè la miscela possa accendersi, variano da 7/1 (cioè 7 unità  di aria e 1 di benzina) a 20/1 (cioè 20 unità  di aria e 1 di benzina). Nel primo caso avremo una carburazione definita ricca o grassa, nel secondo caso avremo una carburazione definita povera o magra.

Entro questi limiti si deve ricercare il rapporto corretto per il buon funzionamento del motore e per una combustione ottimale; nel caso preso in esame (benzina commerciale) la dosatura migliore è prossima ai valori 14.5/15 a 1 (14.5/15 unità  di aria e 1 unità  di benzina) cioè molto vicini al valore stechiometrico.

Si definisce valore stechiometrico della miscela il rapporto tra aria e benzina che garantisce una completa combustione della miscela e come risultato otterremo la sola formazione di acqua e anidride carbonica.
Da tenere presente che il valore stechiometrico varia dal tipo di combustibile che si utilizza e che il valore indicato in precedenza è da ritenersi valido solo se si utilizza benzina commerciale.

La scelta del titolo della miscela è importantissima sia dal punto di vista delle prestazioni del motore che dell'inquinamento. Più riusciamo ad avvicinarci ed a mantenerci prossimi al valore stechiometrico e meno gas inquinante uscirà  dallo scarico del nostro propulsore.

2) Una volta trovato il corretto titolo della miscela il carburatore deve essere in grado di incrementarne la portata all'aumentare del numero dei giri senza alterarne la dosatura.

Per aumentare la quantità  di miscela è necessario aumentare la sezione del condotto da dove l'aria passa per dirigersi verso il cilindro. Questa operazione, gestita direttamente dal comando del gas, deve avvenire con una certa progressione per non creare repentini sbalzi di pressione d'aria che creerebbero scompensi nel difficile equilibrio che il carburatore deve mantenere.

Per garantire la progressione di apertura ed avere sempre una carburazione ottimale vi è interposta una saracinesca posizionata prima della valvola del gas che viene azionata da una membrana a depressione.
Il funzionamento è piuttosto banale ma molto efficace:
la membrana è in grado di percepire la depressione che si forma nel condotto principale dell'aria e qualora vi sia un incremento eccessivo, per esempio un'apertura molto brusca della valvola del gas, ne limita la velocità  di apertura.

pagina 1/4 Pag. successiva 
Ultime prove:
Yamaha XT1200Z Super Ténéré

Yamaha FZ8: terra di mezzo

Aprilia Dorsoduro 1200: esagerata!

Aprilia RSV4 Factory APRC SE. Incredibile.

BMW S1000RR: potenza accessibile

Harley-Davidson XR1200X Kit e ti diverti anche nel misto

Ducati Multistrada 1200S: la sportiva travestita.

Week Test: Yamaha X-MAX 250cc.

RR Enduro 2011... e brava Beta!

Triumph Sprint ST 1050: la Tourer molto Sport

Copyright © Nexus Web Services