Piloti e protagonisti

Freddie 'Fast' Spencer

Marco Dabizzi 10 novembre 2000    Invia ad un amico



Freddie nel 1985, davanti a Wayne Gardner
Siamo al 1981, e Freddie viene ingaggiato come allora era consuetudine specialmente per i piloti americani, per partecipare solo ad alcune gare del motomondiale, ma soprattutto per portare avanti lo sviluppo di quella moto meravigliosa ma in anticipo sui tempi che era la NR500 a quattro tempi, vero prodigio della tecnica. La moto non era minimamente competitiva, e nell'anno della vittoria mondiale di Marco Lucchinelli (davanti a Mamola e Roberts) Freddie non racimola neppure un punticino iridato.

Le cose dovevano però cambiare l'anno successivo. A 20 anni Spencer era stato ritenuto pronto per fare il suo esordio ufficiale nel motomondiale alla guida di una moto, la Honda NS500 a tre cilindri, che sembrava poco più che una 250 vitaminizzata e che pochi davano per competitiva. Fra i pochi c'era comunque il fresco Campione del Mondo Marco Lucchinelli, che inaugurò la moda (in vigore ancora oggi...) di vincere un titolo con una marca e passare poi all'Honda l'anno successivo!

Per niente intimorito dal confronto con i grandi, Freddie vince il GP del Belgio (diventando il più giovane vincitore di un GP mondiale nella storia) ed arriva terzo in classifica alla fine del campionato, dietro a Franco Uncini che raccoglie il testimone di Lucchinelli alla guida della Suzuki Gamma del team Gallina e di Graheme Crosby, in sella alla Yamaha ufficiale del Team Agostini.

Quell'anno Loris Reggiani conquista il suo primo podio nella classe regina dopo una stagione travagliata in sella alla Suzuki 500.

Il 1984 è un anno indimenticabile per gli appassionati, con la lotta serrata fra il grande Kenny Roberts ed il giovane Freddie Spencer. Tutto sembrava combinato per creare opposti estremismi: la strapotente quattro cilindri Yamaha ufficiale contro la leggera ma meno potente Honda tre cilindri, il vecchio leone contro il nuovo talento.
Freddie "fast" Spencer vinse il Campionato del Mondo con soli due punti di vantaggio su Kenny "king" Roberts, diventando il più giovane vincitore di un titolo della classe 500 (a soli 21 anni!!) e facendo vincere quello stesso titolo per la prima volta alla Honda.

Tornata alla vittoria nella classe regina la Honda decide di porsi allo stesso piano delle case rivali progettando un innovativo quattro cilindri a V, ed incarica dello sviluppo proprio il neo Campione del Mondo. Lo sviluppo di una nuova moto però è spesso accompagnato da problemi e rotture, ma Spencer riesce ad arrivare quarto nel mondiale pur partecipando solo a sei gare: in cinque di esse vince dopo essere partito in pole position, nell'altra arriva secondo...

 Pag. precedente pagina 2/3 Pag. successiva 
Ultime prove:
Yamaha XT1200Z Super Ténéré

Yamaha FZ8: terra di mezzo

Aprilia Dorsoduro 1200: esagerata!

Aprilia RSV4 Factory APRC SE. Incredibile.

BMW S1000RR: potenza accessibile

Harley-Davidson XR1200X Kit e ti diverti anche nel misto

Ducati Multistrada 1200S: la sportiva travestita.

Week Test: Yamaha X-MAX 250cc.

RR Enduro 2011... e brava Beta!

Triumph Sprint ST 1050: la Tourer molto Sport

Copyright © Nexus Web Services