Piloti e protagonisti

Freddie 'Fast' Spencer

Marco Dabizzi 10 novembre 2000    Invia ad un amico


Mai forse un pilota ha colpito le fantasie di appassionati e giornalisti.

Misteri, complotti, ritiri misteriosi ed altrettanto misteriosi fugaci ritorni sulla scena del motomondiale.
Una meteora tanto brillante e luminosa quanto effimera, ma ancora nessuno, a tanti anni di distanza, ha saputo spiegare in modo accettabile come fast Freddie abbia potuto perdere il suo (enorme) talento.

Non si può dire che non abbia iniziato a correre presto: la sua prima gara la disputò all'età di soli 5 anni, e la cosa gli deve essere piaciuta parecchio visto che nei cinque anni successivi vinse ben 10 Campionati in vari stati nello Short Track e nel Dirt Track.
A soli undici anni debutta nella velocità in pista, gareggiando a Dallas in una gara per derivate di serie fino a 250cc. Quella gara lo fa subito innamorare della velocità in pista, e tanto per non smentirsi comincia a vincere campionati su campionati nelle gategorie minori, fino ad arrivare nel 1978, all'età di 16 anni) a vincere tutte le gare della classe 250 nel campionato AMA classe "Novice".

L'anno successivo, passato alla categoria "Expert", vinse tutte le gare del campionato tranne una, in cui si classificò al secondo posto. Vista con gli occhi di oggi, abituati alle incredibili prestazioni dei nostri Capirossi, Rossi e Melandri capaci di vincere GP iridati e campionati mondiali ad età da scooter e paninoteca, la precoce carriera di Freddie Spencer può non apparire tanto impressionante, ma allora questo ragazzino dall'aria mite e silenziosa appariva come provenire da un altro pianeta.

Il 1980 è un anno di svolta nella carriera di Spencer: non solo viene ingaggiato dalla Honda per disputare il campionato americano Superbike, ma debutta anche in Europa sia nelle Transatlantic Match Races, gare riservate alla categoria 750 allora ancora in voga a cui partecipavano tutti i migliori piloti del motomondiale, che proprio nel Campionato del Mondo GP, in entrambi casi con una Yamaha.
La sua prima gara con una Yamaha TZ750 clienti fece subito arrivare il giovane Freddie alla notorietà, ed in effetti la sua vittoria davanti a due Campioni del Mondo del calibro di Kenny Roberts e di Barry Sheene, entrambi su moto ufficiali, di questo ragazzino arrivato dalle derivate di serie, non sarebbe potuta passare inosservata...

pagina 1/3 Pag. successiva 
Ultime prove:
Yamaha XT1200Z Super Ténéré

Yamaha FZ8: terra di mezzo

Aprilia Dorsoduro 1200: esagerata!

Aprilia RSV4 Factory APRC SE. Incredibile.

BMW S1000RR: potenza accessibile

Harley-Davidson XR1200X Kit e ti diverti anche nel misto

Ducati Multistrada 1200S: la sportiva travestita.

Week Test: Yamaha X-MAX 250cc.

RR Enduro 2011... e brava Beta!

Triumph Sprint ST 1050: la Tourer molto Sport

Copyright © Nexus Web Services