I circuiti

Mugello

19 novembre 2001    Invia ad un amico


L'autodromo del Mugello Ŕ probabilmente uno dei pi˙ belli del mondo, sia per chiunque (pilota o amatore) abbia la possibilitÓ di girarci, sia per quanti vogliano invece assistere ad una gara o ad una sessione di prove.
L'ampio parco naturale che lo circonda, oltre ad offrire una splendida visuale del percorso di gara, si presta particolarmente sia al pernottamento con camper o tende, sia a passeggiate rilassanti nei momenti di pausa, tanto che non Ú raro durante le giornate di prove libere, quando il pubblico sulle colline intorno all'autodromo non abbonda, imbattersi in qualche cerbiatto.

UN GIRO DI PISTA

Il circuito Ŕ piuttosto vario, con la sola mancanza di un curvone veramente veloce, ma in alcuni punti Ŕ anche decisamente impegnativo. Dalla partenza, situata circa a metÓ del lungo rettilineo principale, si arriva dopo una leggera semicurva sulla sinistra alla San Donato, un tornante a destra da affrontare in terza cercando di rimanere pi˙ stretti possibile in uscita per poter affrontare poi la esse formata dalle curve Luco e Poggiosecco, piuttosto difficile in uscita dove Ŕ facile trovarsi sul cordolo...

Un breve rettilineo porta ad una brusca staccata ed una nuova esse da terza, un p˛ pi¨ larga e scorrevole della precedente, per poi inserire nuovamente la quarta ed entrare nella parte pi¨ difficile del tracciato.

La Casanova-Savelli infatti, detta anche "esse in discesa", Ŕ una esse molto veloce in discesa ed in contropendenza da fare decisamente sdraiati per potersi inserire poi nella Arrabbiata 1, la curva pi˙ veloce del circuito, che si percorre spalancando il gas in quarta per poi pelarlo un attivo in uscita ed entrare sempre in quarta nella Arrabbiata 2, curva quasi altrettanto veloce con il contorno di uno scollinamento che rende l'uscita praticamente cieca: sai che la pista Ŕ lÝ, ma non la vedi.

Si fa appena in tempo a spremere tutta la quarta, tenendosi bene sul bordo sinistro della pista, che ci si trova alla staccata (difficile e da anticipare perche' il discesa) prima della esse Scarperia - Palagio, percorsa in terza con una brusca accelerazione che permette di inserire la quarta per un attimo subito prima della staccata del Correntaio, un lunghissimo tornante sulla destra dove si sta sdraiati a lungo cercando di uscire il pi˙ stretti possibile, sia per evitare la pista sempre piuttosto sporca in questo punto fuori traiettoria, a causa della gomma lasciata dalle auto, sia per poter inserire la quarta ed entrare velocissimi nella esse delle Biondetti, inserendo la quinta subito dopo e preparandosi a scalare due marce per l'ultima curva del circuito: la Bucine.

Chi ha seguito le gare del motomondiale in TV si sarÓ accorto che spesso al Mugello chi esce per primo dalla Bucine poi viene fregato sul traguardo...
Questo perchÚ la traiettoria pi˙ veloce non sempre porta ad una maggiore velocitÓ di uscita, indispensabile per poter poi spremere tutti i giri sul lungo rettilineo, cosicchÚ molti vengono passati proprio sul filo di lana dall'avversario con una traiettoria migliore che sappia poi sfruttare la scia.

COME ARRIVARE

Dall'uscita autostradale di Barberino del Mugello, sull'A1 Milano-Roma, si prosegue seguendo le indicazioni per Scarperia, percorrendo cosÝ tutto il nuovo raccordo sopraelevato che passa sopra il bacino della nuova diga.

Dopo circa 5 chilometri il racordo termina con una rotonda che verso sinistra porta al passo della Futa, strada splendida e frequentatissima dagli appassionati, e sulla destra continua per due-tre chilometri fino al bivio per S.Piero a Sieve, dove occorre girare a sinistra.

Da qui comunque comincia anche l'ottima segnaletica che indica le varie entrate attive durante le gare del mondiale, seguite comunque le indicazioni per il paddock ed con altri due chilometri siete arrivati. Occhio agli autovelox, sempre presenti in zona soprattutto nelle belel giornate di primavera...

IL PADDOCK

Cominciamo dalle note positive: i box sono splendidi, attrezzati con bagno e doccia calda individuale, prese per l'aria compressa e la TV a circuito chiuso che consente nei giorni di gara di seguire la pista con le telecamere e di avere una tabella con i tempi sul giro e la posizione di ogni pilota aggiornati in tempo reale sia durante le prove ufficiali che durante la gara.

Il paddock invece non Ŕ stato concepito per gli amatori con carrello e roulotte, visto il ridottissimo numero di prese di corrente a disposizione che immancabilmente lascia svariati piloti al buio durante le gare ed all'ancor pi˙ ridotto numero di servizi igienici, visto che quando la sera vengono chiusi gli uffici posti sopra i box vengono chiusi anche i bagni, lasciando aperto solo un lontanissimo gabbiotto a duecento metri dall'entrata del paddock. Ragazzi, la sera bevete poco...

Scheda Anagrafica

Indirizzo: Autodromo del Mugello - Via Senni, 15 - 50038 Scarperia (FI)
Tel./fax: 055 8499111 - 8499251
Sito internet: www.mugellocircuit.it
Lunghezza: 5.245 metri
Costi: mediamente 80.000 lire per un turno di 25'; le giornate di prove libere vengono organizzate da team o associazioni che noleggiano la pista in esclusiva.
pagina 1/1
Ultime prove:
Yamaha XT1200Z Super TÚnÚrÚ

Yamaha FZ8: terra di mezzo

Aprilia Dorsoduro 1200: esagerata!

Aprilia RSV4 Factory APRC SE. Incredibile.

BMW S1000RR: potenza accessibile

Harley-Davidson XR1200X Kit e ti diverti anche nel misto

Ducati Multistrada 1200S: la sportiva travestita.

Week Test: Yamaha X-MAX 250cc.

RR Enduro 2011... e brava Beta!

Triumph Sprint ST 1050: la Tourer molto Sport

Copyright © Nexus Web Services